Menu

Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.dimensioneverde.eu/home/magazine/plugins/content/jw_sigpro/jw_sigpro.php on line 51

Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.dimensioneverde.eu/home/magazine/plugins/content/jw_sigpro/jw_sigpro.php on line 52

Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.dimensioneverde.eu/home/magazine/plugins/content/jw_sigpro/jw_sigpro.php on line 51

Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.dimensioneverde.eu/home/magazine/plugins/content/jw_sigpro/jw_sigpro.php on line 52

Funghi: sapore d’autunno

Funghi: sapore d’autunno

Scarpe da trekking, bastone, coltello e si parte alla ricerca dei funghi!

Come momento migliore per la raccolta, gli esperti consigliano le ore del primo pomeriggio in cui si può beneficiare delle condizioni di luminosità e del terreno asciutto e non più umido di rugiada.

Il periodo ideale è tra metà agosto e ottobre e il tesserino rilasciato dall’ufficio provinciale è obbligatorio per coloro che intendono svolgere questa attività.

Il Corpo Forestale dello Stato elenca undici punti guida per trascorrere in sicurezza l’escursione nei boschi:

1. Documentarsi sull'itinerario e scegliere i percorsi adatti alle proprie abilità fisiche e psichiche;

2. Comunicare i propri spostamenti prima di intraprendere l'escursione;

3. Evitare di inoltrarsi da soli nel bosco, la presenza di un compagno è garanzia di un primo soccorso;

4. Prima della partenza, consultare i bollettini metereorologici e osservare costantemente sul posto l'evoluzione delle condizioni atmosferiche. In caso di mal tempo non sostare in prossimità di alberi, pietre ed oggetti acuminati perché potrebbero attirare fulmini;

5. Scegliere l'abbigliamento e l'attrezzatura adatti all'impegno e alla lunghezza dell'escursione: si consigliano calzature da trekking, cellulare, lampada e coltello;

6. Se non si è certi della commestibilità del proprio raccolto, effettuare un controllo presso gli Ispettorati Micologici delle Aziende Sanitarie Locali;

7. Il raccolto giornaliero non deve superare il limite previsto per legge (circa 10 kg);

8. Non utilizzare rastrelli o uncini che possano danneggiare il micelio (l’apparato vegetativo dei funghi);

9. Pulire immediatamente il fungo dai residui di rami, foglie e terriccio per garantire la sua integrità;

10. I funghi raccolti devono essere trasportati in contenitori rigidi ed areati. L'utilizzo di sacchetti di plastica non permette infatti la diffusione delle spore fungine nel bosco. La mancanza di aerazione causa il deterioramento del prodotto;

11. In caso di necessità contattare il 1515, numero di Emergenza Ambientale del Corpo Forestale dello Stato.