Menu

Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.dimensioneverde.eu/home/magazine/plugins/content/jw_sigpro/jw_sigpro.php on line 51

Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.dimensioneverde.eu/home/magazine/plugins/content/jw_sigpro/jw_sigpro.php on line 52

Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.dimensioneverde.eu/home/magazine/plugins/content/jw_sigpro/jw_sigpro.php on line 51

Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.dimensioneverde.eu/home/magazine/plugins/content/jw_sigpro/jw_sigpro.php on line 52

Duranta Repens: un piccolo tocco di colore per il tuo angolo verde

Duranta Repens: un piccolo tocco di colore per il tuo angolo verde

La Duranta Repens è un’arbustiva originaria dell’America Centrale, appartenente alla famiglia delle Verbenaceae.

Le sue dimensioni ridotte e l’aspetto delicatamente armonioso la rendono una perfetta pianta decorativa, ma è il suo colore tipicamente azzurrino e violaceo a distinguerla dalle altre specie cespugliose.

Il suo nome è un omaggio a Castore Durante, uno dei più famosi botanici italiani del XVI secolo.

Coltivazione e temperature

È una pianta che non tollera le basse temperature. Per questo, soprattutto durante il periodo invernale, dev’essere posta a riparo dalle correnti più fresche, anche con temperature miti. Proprio per questo è molto indicata la coltivazione in vaso.

In ambienti caldi, oltre i 16°C, la pianta riesce a mantenere le sue foglie al pari di una sempreverde.

Esposizione alla luce

La sua coltivazione richiede un’esposizione in pieno sole, che sappia garantirle almeno 5 ore di luce al giorno per permettere una fioritura rigogliosa.

Innaffiatura durante l’anno

Da aprile e per tutto il periodo di fioritura, la Duranta Repens richiede innaffiature regolari che lascino al terreno il tempo di asciugarsi. In inverno bisogna invece diminuire la frequenza di irrigazione.

Terreno e concimazione

Preferisce i terreni soffici che favoriscono il drenaggio ed evitano i ristagni, ma è in grado di adattarsi facilmente.

Durante il periodo invernale, la fioritura può essere supportata da un concime ricco di azoto e potassio, mentre nel periodo di piena sostituzione basta aggiungere del fertilizzante per piante da fiore all’acqua di irrigazione.

Parassiti e malattie della pianta

Teme il ristagno idrico e il marciume dell’apparato radicale che è possibile evitare con uno strato di ghiaia sul fondo del vaso. È soggetta agli attacchi da parte di afidi e cocciniglia che possono essere eliminati con l’utilizzo di insetticidi in capsule.