Menu

Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.dimensioneverde.eu/home/magazine/plugins/content/jw_sigpro/jw_sigpro.php on line 51

Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.dimensioneverde.eu/home/magazine/plugins/content/jw_sigpro/jw_sigpro.php on line 52

Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.dimensioneverde.eu/home/magazine/plugins/content/jw_sigpro/jw_sigpro.php on line 51

Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.dimensioneverde.eu/home/magazine/plugins/content/jw_sigpro/jw_sigpro.php on line 52

Kalanchoe Calandiva: succulenta bellezza

Kalanchoe Calandiva: succulenta bellezza

La Kalanchoe Calandiva o, semplicemente, Calandiva, è una succulenta dal portamento eretto, e foglie carnose dal margine dentato.

La sua massima altezza arriva fino a circa 30 cm in vaso e 50 cm in piena terra.

La fioritura spontanea avviene in primavera, periodo durante il quale produce fiori di colore rosso vivo. In alcuni casi, la fioritura viene forzata per raggiungere il suo picco massimo a Natale.

Durante tutta la primavera-estate, almeno ogni tre settimane, è necessario aggiungere un fertilizzante liquido per succulente all’acqua d’annaffiatura. Proprio nell’arco dei mesi più caldi, bisogna annaffiare abbondantemente, dando al substrato il tempo di asciugarsi.

Tra l’autunno e l’inverno, la Calandiva ha bisogno di una composta di terra leggermente umida. Il terriccio va fatto asciugare molto bene tra un’annaffiatura e l’altra, dato che questa pianta teme particolarmente gli eccessi d’acqua, mentre sopporta molto bene la siccità.

Potatura? Sì, ma limitata solo agli steli sfioriti, da tagliare al di sopra del primo paio di foglie.

La temperatura dell’ambiente in cui si trova non deve mai scendere sotto i 10°. Tuttavia, la presenza di un clima caldo e secco può portare a frequenti attacchi da parte della cocciniglia; in questo caso va adoperato un prodotto specifico da richiedere presso il tuo vivaio di fiducia.

Ogni due anni, generalmente, il vaso che la contiene inizia a diventare troppo piccolo; è questo il momento di effettuare il rinvaso, con un terriccio da giardino, terra di foglie, torba e sabbia grossa.

Vuoi scoprire altri consigli sul vivere green?

Tieniti sempre aggiornato tramite la nostra pagina facebook!

 

 

Ph. wikimedia